Consigli per la cura e la manutenzione dei Vostri oggetti Zanetto.

Alcuni utili e semplici suggerimenti per la cura dei nostri lavori,  suddivisi per tipologia di trattamento superficiale.

VERNICIATO
Non richiede alcuna manutenzione particolare.
E’ sufficiente rimuovere la polvere con un panno morbido,
asciutto o leggermente inumidito.
Non usare prodotti per l’argento o detergenti per la casa,
che potrebbero danneggiare la finitura.

PVD
Non richiede alcuna manutenzione particolare.
E’ sufficiente rimuovere la polvere con un panno morbido inumidito.
Gli oggetti da tavola possono essere lavati in lavastoviglie,
con detergenti non aggressivi, avendo l’accortezza di asciugare con un panno morbido per rifinirne la lucentezza.
Non usare prodotti per l’argento.

PLUS
Non richiede alcuna manutenzione particolare.
E’ sufficiente rimuovere la polvere con un panno morbido,
asciutto o leggermente inumidito.
Non usare prodotti per l’argento, che potrebbero danneggiare la finitura.

BRUNITO
Non richiede alcuna manutenzione particolare.
E’ sufficiente rimuovere la polvere con un panno morbido, asciutto o leggermente inumidito.
Non usare prodotti per l’argento, che potrebbero danneggiare la finitura.

RODIO
Non richiede alcuna manutenzione particolare.
E’ sufficiente rimuovere la polvere con un panno morbido leggermente inumidito.
Gli oggetti da tavola possono essere lavati in lavastoviglie, con detergenti non aggressivi, avendo l’accortezza di asciugare con un panno morbido per rifinirne la lucentezza. Non usare prodotti per l’argento, che potrebbero danneggiare la finitura.

ORO
Non richiede alcuna manutenzione particolare.
E’ sufficiente rimuovere la polvere con un panno morbido, asciutto o leggermente inumidito.
Non usare prodotti per l’argento, che potrebbero danneggiare la finitura.


RAME (E OTTONE)
Col tempo il rame si ossida: questo metallo assume una sua peculiare colorazione rosso cupo, che l’intenditore talvolta apprezza e mantiene.
Se invece si preferisce il rame sempre luccicante si può usare il metodo tradizionale: un panno imbevuto di una soluzione di sale e aceto oppure sale e limone; altrimenti utilizzare prodotti specifici, o più genericamente, prodotti per la pulizia dell’argenteria.

ARGENTO & LEGA ARGENTATA
La superficie dell’argento tende a sulfurarsi,  se esposta al contatto dell’aria: questo fenomeno non è un difetto e non danneggia l’argento, ma è una caratteristica naturale di questo prezioso metallo, che altera solamente il colore della superficie: dapprima ingiallisce e tende a diventare poi marrone e nera. Gli oggetti usati quotidianamente non anneriscono, perché la manipolazione o il lavaggio impediscono il deposito di prodotti solforosi.
Questa sulfurazione può essere facilmente eliminata con l’uso di buoni prodotti per la pulizia dell’argento: noi suggeriamo quelli in formulazioni liquida o, meglio ancora, spray.
Tra i più validi, secondo la nostra esperienza, Vi è  il nostro SILVER SPRAY, semplice da usare ed estremamente rapido (acquistabile nel nostro shop).